8/30/2007

il pensiero con il vuoto intorno 2

è sbagliato, a proposito di un pensiero, pretendere che niente di questo pensiero debba essere capito a una prima lettura. Un pensiero dovrebbe presentarsi, almeno a prima vista, in modo tale da attrarre l'attenzione e da essere almeno parzialmente (o apparentemente) accessibile. Bisogna poi che questo pensiero induca livelli successivi di lettura, di modo che a poco a poco ci si accorga della sua ricchezza e del fatto che sembri, a ogni interpretazione, per così dire inesauribile. Allora si! quello che saremo riusciti a interpretare al primo colpo sarà un luogo comune. Ma è importante che un pensiero originale sia di primo acchito ospitale e solo in seguito si riveli degno di un esame approfondito ed esigente. È questo ciò che non accettano gli innamorati del mistero. Pretendono che il pensiero si difenda immediatamente da ogni lettura profana, e si difenda proprio grazie alla sua oscurità, al fine di attirare verso di sé solo i raffinati, gli indovini, coloro che sono dotati di una intelligenza delicata e sublime. Ma ecco che l’arcano si risolve nel paradosso: quello per cui qualcuno metta su carta un pensiero che ancora non è stato elaborato chiaramente neppure nella sua testa.

1 Comments:

Anonymous utente said...

bravo, questo mi è proprio piaciuto!!
...
ora lo rileggo però

11:14 am  

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home