11/16/2006

Oliver's Story, USA 1978, directed by John Korty

Persa prematuramente la moglie Jenny, il giovane avvocato Oliver non accetta i consigli del suocero Phil Cavilleri o dell'amico Stephen che insieme ad altri, tenta di buttarlo nelle braccia della graziosa e dolce "designer" Joanna Stone. Tanto meno decide di tornare alla ricca casa paterna ove giunge soltanto per qualche fine settimana di cortesia. Non ignorando che la vita continua, Oliver cerca di risolvere le proprie crisi mediante appuntamenti con lo psicanalista dr. Dienhart e ingolfandosi nelle cause che gli vengono affidate. Di queste, quella che maggiormente lo affascina è la difesa di un gruppo cooperativistico al quale riesce ad assicurare la protezione di Gentilano, un rappresentante della pubblica amministrazione. Un giorno, vagando nel Central Park, Oliver conosce Marcie Bonwit che, come lui, è una dissidente figlia di papà. Nasce l'amicizia e si trasforma in amore. Quando tutto sembra avviarsi verso una logica soluzione, Marcie convince l'amico ad accompagnarla ad Hong Kong dove possiede delle fabbriche di tessuti. Oliver ha così modo di scoprire che la Bonwit non è una "negriera" ma, ciò nonostante, tra di loro esiste ancora il fantasma di Jenny. Oliver torna dal padre in occasione della festa offertagli dai suoi operai e il rampollo si rende conto che anche un industriale può fare del bene

3 Comments:

Anonymous morandini said...

In crisi con il ricco suocero, un giovane avvocato vedovo conosce una turbolenta figlia di papà. I due si innamorano. Il ricordo della moglie morta lo tormenta. Dal romanzo di Eric Segal (proseguimento di Love Story) un film con dialoghi melensi
Imbevibile!

9:30 am  
Anonymous adry said...

l'ho viiiiiiiiiiisto quando
ero piccccccccccccccccina
(lo sono ancora, ehe heh)

fa cagare...
ma ne ho un bel ricordo
con ryan o'neil
me sembra
che gnocco
di legno

ciao oliver

9:49 am  
Anonymous Anonymous said...

W il papà di oliver!

11:27 am  

Post a Comment

Subscribe to Post Comments [Atom]

<< Home